Fonte: Michela Simoncini

Connubio di arte e paesaggio,storia e tradizioni… la Val d’Orcia, riconosciuto patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO dal 2004, per lo stato di conservazione eccellente del panorama,, è tutto questo, un armonioso ecosistema, un luogo di pace e bellezza tutto da scoprire, perfetto per trascorrere una vacanza di puro relax a contatto con storia e natura.

Questa oasi toscana è incastonata tra la provincia di Siena e quella di Grosseto, con il monte Amiata a farle ombra a nord ed est non lontana dall’Umbria. Al centro è attraversata dal fiume Orcia, che le dà il nome, oltre a panorami paesaggistici mozzafiato custodisce anche tanti suggestivi centri di origine medievale, due tra tutti Pienza e Montalcino, con il suo magnifico castello.

Altri comuni dal fascino rinascimentale  da vedere durante un soggiorno in questa valle di sogno sono Castiglione d’Orcia, Radicofani, San Quirico d’Orcia o la rilassante Chianciano Terme. In questi e altri borghi oltre a meraviglie artistiche medievali e rinascimentali, si possono gustare i prodotti tipici della Val d’Orcia e la cucina del luogo che rispecchia il carattere di chi la abita: una cucina dai sapori decisi, dove la semplicità va a braccetto con un sapere tramandato da secoli e dove l’animo ospitale della Toscana si legge in tutta la sua essenza.

Fonte: Michela Simoncini

Ma quale paesaggio si aprirà davanti a voi durante le vostre escursioni nel cuore della Val d’Orcia? Dolci colline ricoperte da una fitta vegetazione di vigneti, oliveti, cipressi, faggeti e castagneti, interrotta da antichi abitati di origine medievale, case rurali e rocche con torri impervie che si disperdono nella natura: è questo il suggestivo scenario dove potrete indugiare, respirare a pieni polmoni, distrarsi e sognare, lo splendido paesaggio ritratto dai maestri della Scuola Senese.

Terra di sapori, dopo le vostre scampagnate, le vostre visite culturali e le immersioni nel fascino del passato, potrete gustare tutte le bontà che la Val d’Orcia ha da offrirvi, magari in uno degli accoglienti agriturismi in Val d’Orcia che vi ospiteranno e vi coccoleranno. L‘olio, che si trova al centro dell’agricoltura toscana, la profumata spezia dello zafferano coltivata ed esportata fin dal Medioevo, i formaggi, in particolare il famoso Pecorino di Pienza e i vini rossi, come il Brunello, prodotto sin da fine ‘800, perfetti per accompagnare un buon piatto di pici. Come resistere al richiamo della Val d’Orcia?

 

 

Publica un comentario

*Los campos marcados son obligatorios