I prodotti tipici e la cucina regionale come strumenti di promozione

Neva Martelanc

Fare appello ai prodotti tipici e alla cucina tipica regionale è un modo per promuovere la propria struttura ricettiva? Alzi la mano chi non è attratto da un pacchetto vacanze con degustazione inclusa. Possiamo affermare che una buona parte dei viaggiatori che sceglie una destinazione di turismo rurale, rivolge la propria attenzione anche all’offerta gastronomica del luogo.
Continua a leggere…

Perché è importante inserire le caratteristiche?

Neva Martelanc

In precedenza abbiamo già scritto su come ottimizzare la scheda delle case vacanza e degli agriturismi sul nostro sito. Oggi vogliamo richiamare la vostra attenzione sull’importanza di compilare le caratteristiche dell’alloggio in modo corretto e su come ciò possa influire positivamente sul volume delle prenotazioni. Gli utenti, ovvero i viaggiatori che cercano un alloggio, dipendendo dalle loro necessità, decidono di prenotare presso una determinata struttura anche e soprattutto in base alle sue particolari caratteristiche. Vedremo di seguito che cosa si intende esattamente per “caratteristiche”.
Continua a leggere…

Promuovi la tua struttura rurale proponendo attività per i viaggiatori

Neva Martelanc

Escursioni mountain bike

Fonte: andy_c

Una delle principali strategie per distinguersi dalle altre strutture ricettive e spingere i clienti a prenotare la tua struttura è l’originalità, una proposta diversa dalle altre. Quest’ultima può assumere varie forme. Negli articoli precedenti abbiamo visto come gestire le offerte e cercare di trarre profitto anche dai periodi di bassa stagione. Oggi parleremo di come attrarre i viaggiatori con le diverse attivitàalle quali si possono dedicare durante la permanenza presso la vostra struttura rurale o agriturismo.

Prenderemo in considerazione sia le attività organizzate direttamente dalla struttura, sia quelle proposte dai centri sportivi, associazioni o aziende private nei dintorni. Le attività si distinguono ovviamente in base alla tipologia del viaggiatore, c’è chi è appassionato di cucina, chi ama scoprire i dintorni accompagnato una guida naturalistica, chi è amante degli sport estremi.

Continua a leggere…

Come creare offerte efficaci

Neva Martelanc

Offerte agriturismi

Le offerte sono azioni puntuali che i proprietari delle strutture ricettive e degli agriturismi possono utilizzare per invogliare i clienti a fare una prenotazione. La loro efficacia ha provocato anche degli abusi, oltre che offerte spesso poco chiare o confuse. Di seguito vogliamo darvi alcuni consigli su come gestire le offerte e come renderle accattivanti per i viaggiatori.

Continua a leggere…

L’e-mail, uno strumento efficace per relazionarsi con i clienti

Neva Martelanc


Non è passato molto tempo da quando in casa non tutti avevano un computer. Quando i computer iniziarono ad avere sempre più importanza, i proprietari degli agriturismi presero in considerazione la possibilità di attirare il turista attraverso un nuovo strumento: la posta elettronica o e-mail.

In poco meno di 10 anni l’e-mail si è trasformata in uno degli strumenti di marketing più utilizzati. L’e-mailperò deve essere utilizzato in modo corretto altrimenti, anche senza accorgercene, possiamo ritrovarci ad inviare spam. In questo articolo vogliamo riflettere sull’importanza dell’instaurazione di un buon rapporto con il cliente attraverso la posta elettronica e indicare alcune pratiche che vi possono aiutare a dare più visibilità alla vostra struttura ed a migliorarne l’immagine.

1. Un’impostazione diversa: verso una relazione più personale

S’intende per e-mail marketing un’azione di marketing diretto, con dei processi e delle azioni ben definiti, orientati a convincere migliaia di destinatari ad effettuare un’azione di acquisto attraverso un messaggio di posta elettronica. Per le caratteristiche dell’attività, l’uso che un agriturismo o struttura ricettiva può fare dell’e-mail, non è del tutto compatibile con le caratteristiche del e-mail marketing (non si dirige, per esempio, a migliaia di utenti).

Per questo motivo vogliamo dare un’impostazione diversa a questo articolo, sottolineando che, quelle che di solito si considerano campagne di vendita, saranno, in questo caso, soprattutto messaggi finalizzati all’instaurazione di una relazione con i clienti.

Per evidenziare le potenzialità della posta elettronica utilizzeremo un detto forse un po’ banale, ma efficace: “un’arma a doppio taglio”. Prima di iniziare un’azione di e-mail marketing dobbiamo tenere in conto alcuni elementi essenziali e potremo raggiungere i nostri principali obiettivi: tessere nuovi rapporti, convincere il cliente, stimolare il suo interesse per la nostra attività. Al contrario, se trascuriamo alcuni elementi chiave,l’email può trasformarsi in un pessimo alleato, dando una cattiva immagine di noi a tutti i nostri clienti. È molto importante, pertanto, curare lo stile, scegliere il momento giusto per inviare il messaggio ed adattare il testo al destinatario. Come si ottiene tutto ciò?

2.Segmentare, la formula migliore

Il primo passo prima dell’invio di un e-mail è l’elaborazione di una buona base di dati dei nostri clienti. Questo sarà un documento al quale ritorneremo costantemente, che guiderà le nostre azioni ed i nostri messaggi. Si dice che la “segmentazione è la base del marketing”. Se vogliamo trasmettere a qualcuno un messaggio, come azienda, dobbiamo sapere che cosa trasmettere, e sapere il motivo per il quale lo inviamo ed avere un buon pretesto: chi lo riceve non deve avere sospetti sulle nostre intenzioni.
In questa base di dati dovrebbero esserci i dati principali di tutti i clienti dell’alloggio rurale (nome e cognome, data di nascita, età, provenienza, ecc.), come anche i gusti, le preferenze ed altre osservazioni che possono tornarci utili. La raccolta dei dati è molto importante, bisogna però tenere conto delle direttive della Legge sulla privacy

Si possono ottenere queste informazioni durante la loro permanenza presso la struttura, chiedere di compilare un questionario alla fine del soggiorno oppure inviare un e-mail di ringraziamento che serve da pretesto per completare le informazioni mancanti. In questo modo potrai migliorare molti aspetti della tua attività. Una volta ottenute le informazioni riguardanti gli interessi e gli hobby ed altre osservazioni rilevanti, raggruppa i contatti per gruppi di persone con un profilo simile. In questo modo otterrai un documento sul quale poter basare delle tue campagne di comunicazione per e-mail.

Potrai, per esempio, inviare ai tuoi clienti appassionati di ciclismo, la notizia di un prossimo evento nella tua zone che può essere di loro interesse, informare le famiglie con bambini piccoli di una nuova attrezzatura nella tua struttura che renderà la permanenza molto più comoda e divertente, oppure contatatre le coppie per proporre un soggiorno romantico…

3. Relazione con il cliente e persuasione

Chi utilizza quotidianamente la posta elettronica è contento di ricevere notizie di parenti o amici, inutile negare però che ci insospettiamo quando ci arriva un e-mail da parte di un’azienda. Non appena lo vediamo siamo convinti che si tratta di un tentativo di venderci qualcosa e lo cestiniamo ancora prima di leggerlo e lo contrassegniamo come spam.

Il bombardamento e le molestie di un numero infinito di aziende che hanno ottenuto il nostro indirizzo e ne abusano non facilita certo il proprietario di un agriturismo che vuole far sentire la propria voce. Quello che vogliamo è ricevere messaggi che ci diano informazioni che ci interessano e che rispondano alle nostre necessità, non che ci promettano la luna a prezzi irresistibili. Puoi dare nel segno però se conosci bene i destinatari dei tuoi messaggi e se li conosci bene è perché hai una base di dati ben elaborata.

Come instaurare una relazione con il cliente

La cosa peggiore che può succedere al tuo messaggio è che venga considerato come spam, o interpretato come tale dal server che lo riceve o per l’effetto che produce in chi lo riceve. Considerato il basso volume degli utenti ai quali si dirigerà il proprietario di un alloggio rurale, è ragionevole pensare che non sarà penalizzato dei calcoli di un server. Ci concentreremo pertanto sulle persone, i destinatari con i quali cerchi di instaurare una relazione. I nostri consigli:

  • Non esagerare con la frequenza di invio. Cerca di gestire bene i tempi di invio per ogni singolo cliente (annotalo, se necessario, nella tua base di dati). Se ne abusi chi li riceve si stancherà dei tuoi messaggi e li contrassegnerà come spam.
  • Apporta valore aggiunto. È il modo più efficace per non essere ignorato dal chi riceve il messaggio. Quando ti dirigi ad un cliente, offrigli qualcosa che pensi possa interessarlo (lo troverai nella tuo database).
  • Evita termini commerciali nell’oggetto del messaggio. Da evitare espressioni come “gratis”, “ultima opportunità”, “approfitta”, “da non perdere”… Conosci sicuramente altri termini che rimandano ad un’azione di acquisto. Se vuoi che il tuo cliente apra l’e-mail , evita tutto quello che può essere legato al denaro.
  • Fai attenzione all’ortografia. Un testo senza errori di ortografia si legge perfettamente, senza rendersene nemmeno conto, ma un testo con un solo errore di ortografia perde parte della sua credibilità.

Catturare subito l’attenzione

Le prime informazioni che riceve il cliente sono il nome del mittente e e l’oggetto del messaggio. Quest’ultimo è fondamentale, pertanto cerca di richiamare da subito l’attenzione del cliente, sii creativo e non utilizzare formule abusate ed evita di parlare di soldi. Ricorda che l’oggetto del messaggio fa parte del messaggio.

Convincere: più è meno

L’obiettivo dev’essere sempre quello di portare il cliente al tuo sito web, al tuo blog o alle reti sociali affinché continui a rimanere in contatto con te. La semplicità in un e-mail è essenziale, come anche la chiarezza del messaggio. Quanto più breve sarà il messaggio, tante più possibilità avrai che i tuoi lettori lo leggano fino in fondo.
Il tema del messaggio può variare in funzione dei gusti della persona alla quale ci dirigiamo, ma in nessun caso non dire troppo. Se vuoi è che il lettore arrivi alla tua pagina web e che il tuo messaggio abbia effetto non rivelare tutto e subito. Per convincere, scegli bene il tema e lo stile per esprimerti. Chiediti se il destinatario troverà interessante il tuo messaggio.

La necessità di un contesto

Nel relazionarti con i tuoi clienti, avrai bisogno di un contesto, di una scusa plausibile per metterti in contatto con loro. Se il destinatario, per esempio, ha appena alloggiato presso la tua struttura, il tuo proposito è quello di conoscere la sua opinione, dovresti quindi specificare nel messaggio che vuoi migliorare i tuoi servizi con un breve questionario, approfittando del fatto che hanno appena soggiornato presso la tua struttura. Se invece è il suo compleanno, gli farà piacere ricevere un messaggio di auguri. Se non hai argomenti credibili, il tuo messaggio sarà interpretato come un tentativo di vendergli qualcosa.

4. Quali azioni posso intraprendere?

Adesso puoi pianificare le azioni da portare a termine via e-mail. Approfitta di questo strumento per relazionarti con i tuoi clienti e mantenerli informati su temi che possono essere di loro interesse.

Approfitta delle date

Crea delle allerte dalla tua base di dati per conoscere le date più importanti dei tuoi clienti.
Puoi, per esempio inviarlgli dei messaggi per Natale, per Pasqua o in occasione di un evento particolare che si celebra nella tua provincia. Se sai le date del compleanno dei tuoi clienti od un altro evento per loro importante, puoi inviare loro un messaggio di auguri.
Non ha senso un base di dati ben organizzata se usi la posta elettronica in modo generico. Quando parli ai tuoi clienti, fallo in modo personalizzato, riferendoti magari ai suoi interessi. Creati una buona immagine e relazionati con i tuoi clienti: penseranno a te quando organizzeranno le loro prossime vacanze.

Gli hobby

Nella tua base di dati hai già raggruppato i tuoi clienti per hobby ed interessi: ciclisti, amanti del trekking, biologi… Pensa a ciò che nei dintorni della tua struttura ricettiva può risvegliare l’interesse dei tuoi clienti. Ad un vecchio cliente, per esempio, piaceva andare per funghi, ma l’ultima volta se ne andò a mani vuote, perché la stagione dei funghi era già passata. Quando ci saranno di nuovo funghi nei boschi circostanti, potrai inviargli un messaggio, avvisandolo.

Richieste personali

Un cliente ti aveva chiesto di avvisarlo quando si sarebbe aperta la stagione della pesca o di ricordargli le date della Sagra dei prodotti tipici? Sono solo degli esempi, ma questo tipo di richieste sono la scusa perfetta per ricontattare i clienti, rispondere alle loro richieste ed offrire loro un servizio speciale. La tua base di dati è il tuo migliore alleato!

Come ottimizzare la scheda della tua struttura

Neva Martelanc

Scheda struttura

Continuiamo con i nostri consigli per aiutare i proprietari a migliorare la visibilità delle loro strutture ricettive rurali in rete. Questa volta vogliamo darvi qualche suggerimento su come completare al meglio una scheda descrittiva. Prenderemo come parametri di riferimento le necessità del viaggiatore e le possibilità offerte dalla nostra scheda per trarne il maggiore profitto. Ti consigliamo di verificare la tua per renderla più leggibile e di conseguenza più efficace.

1. L’essenziale

La chiarezza e l’esattezza del testo sono fondamentali per il viaggiatore, perché gli permettono di risparmiare tempo. Anche i vocaboli usati, la lunghezza adeguata ed un testo descrittivo schematico migliorano notevolmente la scheda ed aumentano l’interesse del cliente.

Il comportamento del viaggiatore

Il potenziale cliente ha frette ed ha bisogno di informazioni esatte che possano rispondere alla domande che si pone. Gli sbagli ortografici, per esempio ostacolano la leggibilità. Quando navigando su internet si perde più di 5 secondi per capire quello che si sta leggendo, si abbandona la pagina e si passa ad un’altra. Vogliamo pertanto darti alcuni consigli su come migliorare la leggibilità della scheda e l’esperienza del viaggiatore che la consulta.

Testi corretti

Non è difficile scrivere un testo senza errori ortografici e grammaticali, ma non farlo è qualcosa che richiama l’attenzione del viaggiatore e lo allontana immediatamente dalla lettura. Un scheda che non segue le regole di ortografia può fare una pessima impressione, perché lo si associa ad una scarsa qualità dell’alloggio e della struttura in generale. Se non sai come compilare la tua scheda, saremmo lieti di poterti aiutare.

Chiaro come l’acqua

Nella compilazione di una scheda bisogna tenere in conto diversi fattori. Le frasi del testo dovrebbero essere semplici e tendenzialmente brevi. Da evitare anche l’uso eccessivo delle maiuscole e del grassetto che possono finire col rendere il testo meno chiaro. È consigliabile seguire le regole ortografiche ed evitare, nei limiti del possibile, espressioni o frasi di carattere pubblicitario. Potrebbero essere controproducenti. Meglio non abusarne ed evidenziare solo le caratteristiche particolari dell’alloggio.

Anche gli spazi hanno la loro importanza

L’inserimento degli spazi è un altro elemento che facilita la lettura. Una buona struttura, la separazione tra paragrafi e l’inserimento di elenchi aiuta a schematizzare i contenuti giocando con gli spazi lasciati in bianco.
L’obiettivo è sempre quello di dare nel migliore dei modi possibili tutte le informazioni di cui ha bisogno il viaggiatore, fargli risparmiare tempo e stimolare il suo interesse. La scheda descrittiva è il punto di partenza dove riceve le informazioni base che potrà poi ampliare nella pagina web dell’alloggio rurale o mettendosi direttamente in contatto con il proprietario.

La credibilità

Spesso è proprio attraverso il testo della descrizione che ci si guadagna la fiducia del viaggiatore. Dopo aver dato un’occhiata alle foto ed ai prezzi, il viaggiatore legge il testo. Ci siamo abituati agli annunci pubblicitari, ma se non siete molto creativi meglio non abusare degli aggettivi commerciali. A volte finiscono per screditare la veridicità del testo. (per esempio termini come “unico”, “straordinario”, “meraviglioso” , “ineguagliabile” ecc.)

Essere concisi: la chiave del successo

L’ultimo elemento da tenere presente è la concisione: il saper scegliere la parola giusta per trasmettere l’informazione necessaria. Non è la quantità che conta, bensì la qualità: nel mondo online sono il poco tempo e la modalità di lettura su schermo a farla da padrone, meglio quindi dare informazioni precise sulle caratteristiche dell’alloggio. I paragrafi troppo lunghi, gli aggettivi e le espressioni commerciali saranno letti come dei giri di parole e come tentativi di sviamento. Meglio usare due parole che cinque.

Il menu proprietari

Dal menu proprietari si gestisce tutta l’informazione che riguarda la struttura. Si può aggiornare in qualsiasi momento, modificare i dettagli della scheda, i dati di contatto, i dettagli sui prezzi ed inserire le immagini. È è il tuo pannello di controllo della scheda.

2. La struttura ed i suoi dintorni

Nella scheda di Rurality.it abbiamo deciso di distribuire le informazioni in 5 sezioni. La prima è quella è dedicata alloggio. In questa sezione il viaggiatore può vedere le caratteristiche, la descrizione dei proprietari, le attività in zona ed i luoghi di interesse da visitare.

Che cosa dice il proprietario

Il nostro consiglio è che questa sezione sia composta da 3 paragrafi. Qui il proprietario può descrivere l’alloggio (spazi comuni, numero di stanze, servizi) e le principali caratteristiche del luogo ed eventualmente aggiungere informazione di particolare interesse (recentemente ristrutturato, maso del secolo XIX, baglio tradizionale ecc.)

Le attività

Nel menu proprietari abbiamo inserito anche una sezione nella quale i proprietari possono indicare le attività che si possono realizzare presso la sua struttura o nelle sue immediate vicinanze. Una volta inserite, le attività appariranno nella scheda, in elenco puntato, che ne facilita la lettura. È consigliabile tenerlo aggiornato, dato che molti viaggiatori fanno una ricerca filtrando per attività. Se non sono state inserite, non compariranno nei risultati di ricerca.

I luoghi di interesse

Vi consigliamo vivamente di mettere in pratica i suggerimenti dati all’inizio di questo articolo in tutte le sezioni. In questo caso in particolare, meglio non dilungarsi sui dettagli dei luoghi di interesse vicini all’agriturismo o alla struttura ricettiva. Come per le attività, l’ideale è inserirle in forma di elenco.

3. Prezzi, immagini e come arrivare

Le altre sezioni della scheda di Rurality.it che sono quelle dei “prezzi”, “foto” e “come arrivare”. Alcuni consigli su come migliorare queste sezioni della scheda:

I prezzi

I prezzi devono essere aggiornati. Dopo aver visto le immagini, i viaggiatori di solito rivolgono la loro attenzione verso i prezzi. Se hai modificato le tariffe, aggiorna il prima possibile la tua scheda, in modo da dare al viaggiatore le informazioni esatte. I prezzi dovono essere indicati in modo chiaro, senza ambiguità. La confusione può confondere ed allontanare i potenziali clienti.

Le immagini

Le foto dell’alloggio sono il primo contatto che il viaggiatore ha con la struttura. Le immagini sono uno degli elementi chiave per una scheda di qualità e per sfruttarle al meglio bisogna tenere in conto di versi fattori:

  • La qualità: fotografie nitide, luminose e con una buona risoluzione. Le foto dai toni spenti o che trasmettono una sensazione di antico o sfocate non sono per niente invitanti. Cerca di scattare delle foto qualità e se necessario, rivolgiti ad un professionista e poi inseriscile nella scheda.
  • La varietà: nella scheda dovrebbero inserite le foto di tutti gli spazi interni ed esterni (camere da letto, cucina, bagno, soggiorno, giardino). Il viaggiatore non avrà la sensazione che si sta cercando di nascondere qualcosa.
  • La misura: La misura è importante, le foto piccole non danno informazioni sufficienti, le foto ideali dovrebbero avere almeno 400 pixel di larghezza.
  • Il fattore ripetizione: le immagini di uno stesso spazio con diverse inquadrature non hanno molto senso e non aggiungono informazioni nuove. Meglio scegliere la migliore e scartare le altre, che sono irrilevanti.
  • La foto principale: è consigliabile scegliere come foto principale tenendo in conto la stagione. Se è estate, per esempio, meglio inserire l’immagine della piscina, se è inverno è sicuramente più invitante la foto di un camino. Dal menu proprietari potrai caricare o cancellare le foto selezionate.

Come arrivare

Ogni scheda che si rispetti ha una mappa per spiegare al viaggiatore come può raggiungere la struttura. Nelle schede di Rurality.it il servizio di mappatura per il momento è gratuito. Quando il viaggiatore clicca su “Mappa” vedrà una mappa con l’indicazione su dove si trova l’agriturismo o la struttura e potrà verificare il percorso migliore per raggiungerli. La localizzazione si effettua manualmente, pertanto il proprietario nella sezione “come arrivare” aggiungerà solo le indicazioni che ritiene opportune.

Aumenta la visibilità del tuo alloggio rurale con le immagini

Neva Martelanc

Un’immagine vale più di 1.000 parole ed nelle rete, si sa, il loro valore aumenta. Chi viaggia e naviga per la web in cerca di alloggio rivolge la propria attenzione ai titoli, ai prezzi e soprattutto alle foto. Vogliamo darti qualche consiglio su come dare risalto alla tua attività con le immagini adeguate, per catturare l’attenzione del cliente.

La cosa più importante è catturare l’attenzione dei viaggiatori e far si che tra tutti gli alloggi disponibili, scelgano il tuo. Le immagini compiono alla perfezione questo compito e il tempo dedicato a migliorare questa parte della presentazione della struttura non è certo tempo perso.
Una volta catturata la sua attenzione, il cliente consulta più lentamente il resto delle informazioni che gli interessano (la descrizione, la disponibilità dell’alloggio, attività in zona) ecc.

1. Le immagini essenziali per dare risalto al tuo alloggio rurale

Tutti, almeno una volta, siamo stati viaggiatori. Non è difficile mettersi nei panni di chi sta preparando una vacanza e sta cercando alloggio. La cosa migliore è rispondere alle possibili domande del cliente con le immagini. Quest’ultime sono un eccellente strumento di promozione e marketing, se riuniscono determinati requisiti.

Immagini in elenco

I viaggiatori cliccheranno sulle prime strutture che appaiono in una determinata ricerca (per esempio agriturismi a Roma) e sui primi con una buona foto. Questa immagine è quella che suscita interesse ed il primo fattore di decisione. Su Rurality.it, le foto principali sono quelle che appaiono nell’elenco dei risultati di ricerca.

Immagini dell’alloggio

Il viaggiatore deve avere la possibilità di immaginare come sarà il suo soggiorno presso l’agriturismo o casa vacanze. Per questo motivo è consigliabile che possa vedere tutti gli spazi dell’alloggio. Il viaggiatore può avere così una visone completa della struttura. In questo modo inoltre si evita che il viaggiatore abbia la sensazione che ci sia “qualcosa da nascondere”. Se, per esempio, mancano le immagini del bagno (imprescindibili), si può pensare che sia in cattivo stato oppure che non ci sia. Aggiungi anche qualche immagine del soggiorno, della cucina, della doccia, delle stanze, degli spazi comuni… Il viaggiatore deve avere un’idea chiara su come sarà il suo soggiorno.

Immagini degli esterni

Non esitare: se il tuo alloggio dispone di spazi esterni, aggiungi le immagini corrispondenti alla scheda. Il viaggiatore potrà così vedere anche ciò che offre la struttura, oltre agli spazi interni: le foto del giardino, della piscina, dell’orto o della fattoria, del barbecue, dei mobili da giardino…Ogni immagine rende la struttura più piacevole ed invitante agli occhi di chi la guarda.

Immagini dei dintorni

I viaggiatori non vogliono certo chiudersi in casa: escono e fanno passeggiate alla scoperta dei dintorni dell’alloggio rurale. Vieni loro incontro e fai loro vedere che cosa troveranno all’arrivo. Puoi trarre profitto dal paesaggio che circonda la tua struttura e renderla così ancora più invitante. Se dalla tua casa si gode una vista unica, prendi in mano la macchina fotografica e scatta qualche foto. Ricorda che una vista mozzafiato può giustificare un prezzo un po’ più alto.

I dettagli

Se la tua struttura ha qualche caratteristica particolare dalle risalto con le immagini: una colazione di prim’ordine, un kit di benvenuto sul letto, un’area giochi, i componenti a quattro zampe della famiglia, i pomodori dell’orto, un albero centenario… Con questi piccoli dettagli puoi dare spazio all’immaginazione del viaggiatore, ma attenzione, i dettagli non sostituiscono la visione dello spazio completo. Se inserisci un’immagine di dettaglio della camera da letto, non dimenticarti di inserire anche una foto generale della camera da letto.

2. Caratteristiche formali delle immagini

Vi immaginate una rivista di arredamento con immagini di scarsa qualità? È evidente che ciò è impossibile, perché vive di immagini fotografiche. Allo stesso modo gli alloggi rurali con immagini di pessima qualità sono tra i primi che decadono dalla lista dei “possibili” dei viaggiatori.

Potere di attrazione

Perché questa struttura? A questa domanda rispondono le immagini invitanti di una casa vacanze rurale. Ciò dipende sia dal tema della foto sia dalle caratteristiche formali della fotografia. È pertanto consigliabile ingaggiare un fotografo professionista, ma se lo vuoi evitare, ecco alcune considerazioni da tenere in conto prima di prendere in mano la macchina fotografica:

La qualità

La qualità delle immagini è molto importante e non sempre è la macchina fotografica utilizzata a fare la differenza. Bisogna prendere in considerazione anche altri fattori:

  • L’uso del flash. Si consiglia di usarlo con moderazione e, se possibile, evitarlo. Spesso il flash elimina le angolature perché concentra l’illuminazione in un solo punto. Se possibile è meglio usare sempre solo la luce naturale.
  • Foto sfocate. Un cavalletto può essere molto utile per evitare che la macchina fotografica si muova mentre fai lo scatto. Un’immagine sfocata fa una cattiva impressione e sminuisce le qualità dell’alloggio rurale.
  • La luce: lo abbiamo già menzionato in precedenza, se possibile, approfitta della luce naturale. La luminosità nelle fotografie è molto importante, non solo perché rende ben visibile tutto lo spazio ripreso, ma anche perché trasmette sensazioni positive. La luce naturale dà allegria.

Le stagioni dell’anno

L’immagine principale e del resto della scheda devono corrispondere all’epoca dell’anno nella quale ci troviamo. D’estate, per esempio, per il viaggiatore sarà più stimolante guardare le immagini di un paesaggio luminoso, della piscina o delle camere da letto nelle quali entra la luce del sole, piuttosto che le fotografie di un accogliente soggiorno con il caminetto acceso. È molto importante venire incontro alle esigenze del viaggiatore.

La misure è importante

Le immagini degli alloggi rurali devono essere grandi ed avere una buona risoluzione . Le schede con foto più piccole ricevono meno visite di quelle con fotografie più grandi. Da alcuni mesi su Rurality.it si possono inserire immagini del 23% più grandi, per aprire ancora di più gli occhi del viaggiatore.

… e la quantità pure

Da 15 a 20 immagini per scheda sono una buona media per il viaggiatore. Probabilmente un numero inferiore di fotografie non risponde a tutte le domande all’alloggio e ciò porta a cercare un’altra sistemazione. Un maggior numero di immagini invece è superfluo, perché i viaggiatori non hanno l’abitudine di visualizzare più di 20 immagini nel processo di ricerca. Una volta scelto l’agriturismo o la casa vacanze, forse si soffermano di più sulle immagini per trarne ulteriori informazioni.

Immagini senza ostacoli

Niente deve distrarre il viaggiatore mentre guarda le immagini. È molto importante, per esempio, che in un’immagine generale dell’alloggio non appaiano né veicoli né persone fuori contesto; anche quando si scatta le foto della cucina dell’alloggio è meglio togliere piatti e utensili vari, tranne se non hanno una funzione estetica.Da evitare anche le immagini che ritraggono lo spazio da punti di vista ed inquadrature simili tra di loro. Si rischia di annoiare chi le guarda; meglio puntare sulla varietà.

Camuffare la realtà ha il suo prezzo

Ci si può sorprendere, ma si verificano casi nei quali si cerca di dare un’immagine dell’alloggio che non corrisponde alla realtà. Questa strategia non è consigliabile né dal punto di vista morale, né dal punto do vista pratico. Oltre ad essere disonesta, l’azione può provocare l’effetto contrario. I viaggiatori parleranno male dell’alloggio a conoscenti ed amici e molto probabilmente non vorranno tornarci.

3. Alloggi rurali con immagini sorprendenti

Alcuni esempi di proprietari di case rurali che hanno saputo trarre profitto delle immagini nelle loro schede:

Consigli per la tua pagina web

Neva Martelanc

La pagina web della tua struttura ricettiva rurale è il biglietto da visita per i viaggiatori che cercano un alloggio. Fanno una ricerca, consultano le informazioni disponibili e fanno una scelta. Per far sí che il cliente dia questi 3 passi nella tua pagina web si dovrebbe seguire alcuni parametri essenziali. Da una parte bisogna essere informati su come deve essere configurata una pagina web e dall’altra sapere se chi si occuperà del disegno della pagina è un professionista serio ed efficace.

Continua a leggere…

Guida Twitter

Sarah Miele Liquori

Guida Twitter agriturismi

Il nostro stivale ha più di 2 milioni di utenti attivi su Twitter, un numero in costante crescita. Questo social network è diventato un potente strumento per la comunicazione istantanea e per tenersi informati sui temi più svariati. Così come Facebook, Twitter è uno strumento stupendo per informare, conoscere e mantenerti in contatto con i tuoi clienti.

Continua a leggere…

Pagina 1 di 212