Fonte: Michela Quaglio

Sgargianti, profumati, connubio di asprezza e dolcezza, aromatici… la loro descrizione è tanto invitante quanto irresistibile. Di cosa sto parlando? Degli agrumi! Energia in spicchi, sfere di bontà, sono delle pennellate di colore tra i toni smorti dell’inverno.

Il freddo sta davvero facendosi sentire e con lui i mali di stagione, gli sbalzi d’umore, una leggera malinconia che talvolta questo clima infonde; un modo però c’è per scacciare la “tristezza novembrina” e insieme godersi bellezza, bontà ed energia… qualche giorno in Sicilia! Una terra di sole, mitezza, suggestione, dove in questa stagione rigida gli agrumeti mostrano i loro colori più belli e un aspetto della Sicilia fatto di fascino e di calore anche nella stagione più fredda dell’anno.

La presenza dei succosi frutti in Sicilia ha radici lontane; i primi a portare in Sicilia le arance furono gli arabi, nel IX secolo d.C., che  scoprirono anche che con la neve dell’Etna, lo zucchero di canna e il succo degli agrumi si dava origine a profumatissimi e dissetanti sorbetti. Scrigno di storia, custode di leggende, museo di paesaggi incantevoli, l’isola è dunque da secoli anche una dei principali produttori di arance, mandarini, limoni, di varie varietà ma tutte di indubbia bontà.

Fonte: Michela Quaglio

Come tutti sappiamo gli agrumi non sono solo buoni, ma sono anche i frutti più ricchi in vitamina C, un elemento essenziale per il buon funzionamento del nostro corpo, della nostra mente e per garantirci il buon umore. E allora, perchè non fare il pieno di energia e benessere, e rigenerare lo spirito, direttamente nel luogo dove queste squisitezze della natura crescono in tutto il loro splendore?

Immaginate di svegliarvi, in una mattina d’inverno, e avere fuori dalla finestra una meravigliosa distesa di aranci, o di limoni, il silenzio della giornata appena iniziata in una terra senza fretta, di respirare il profumo remoto e rassicurante degli agrumi e di proseguire la giornata immersi nelle bellezze siciliane, nei sentieri di campagna o nelle vie dei più suggestivi centri storici.  E’ un’esperienza possibile.

Agriturismi immersi negli agrumeti

Iniziare la giornata con una spremuta d’arance appena colte, terminare il pasto con mandarini locali, spremere un limone di incredibile succosità… sono esperienze che fanno bene ai nostri cuori d’inverno.

E in Sicilia sono molti gli agriturismi che permettono di vivere questi momenti di contatto con la natura, con i frutti della terra siciliana, esperienze uniche di benessere, di relax, di scoperta che coinvolgono tutti i sensi, dalla vista al tatto, dall’olfatto al gusto.

L’agriturismo Don Mauro, ad esempio, è circondato da un profumatissimo agrumeto, in uno scenario tipicamente mediterraneo e si compone di stanze ricavate da un antico fienile e da una casa rurale, perfetti per qualche giorno di completo relax, anche nei mesi invernali. O l’azienda agrituristica Eremo, sita invece nella provincia di Messina, dà ai suoi ospiti la possibilità di soggiornare in un antico e suggestivo monastero immerso in un vasto agrumeto. Nella pace assoluta, tra colline incontaminate e non lontana dal mare, l’azienda possiede anche degli splendidi cavalli.

Fonte: Agriturismo l'Eremo

Ma molti altri sono gli agriturismi della bella isola che spuntano, discreti e suggestivi, da distese d’aranci o limoni, delizie per gli occhi, per il palato e per lo spirito. Ingredienti di ricette “magiche”, rimedio universale, aspre dolcezze d’inverno; perchè non gustare tutto ciò che la Sicilia e i suoi agrumi hanno da offrire ai nostri sensi, per non lasciarli assopire nel letargo dei mesi invernali?

Publica un comentario

*Los campos marcados son obligatorios