Fonte: Michela QuaglioAvete voglia di immergervi in uno scenario medievale, respirare un’atmosfera di tempi lontani e desiderate assaporare sapori insoliti e affascinati come il passato? Allora non potete perdere la Festa delle Giuggiole ad Arquà Petrarca, domenica 12 ottobre.

Giunta alla XXXIV edizione è un evento imperdibile tra quelli che inaugurano la stagione autunnale. Nell’affascinante scenario del borgo trecentesco, piccola perla incastonata nel verde dei Colli Euganei, si terranno per tutta la giornata di domenica, imperdibili spettacoli musicali, di danza e degli incredibili sbandieratori che si esibiranno nel pomeriggio.

La giuggiola è un particolare frutto che matura nel periodo autunnale e che è originario dell’Asia centrale, ma è ad Arquà Petrarca che ha trovato un luogo ideale per crescere rigogliosa. Qui, tra le belle case di mattoni e sassi dove sembrano ancora riecheggiare i sonetti del Petrarca questa pianta adorna i broli (i giardini locali) e rende ancora più suggestivo, assieme agli ulivi e ai melograni, lo splendido borgo trecentesco.

Giuggiole Fonte:##http://www.flickr.com/photos/hooverine/3905008186/in/photostream/##Floriana##Per tutta la durata della festa i visitatori potranno gustare le delizie locali a base di giuggiole, melagrana e altri genuini prodotti del posto, degustare gli ottimi vini dei Colli Euganei e cimentarsi in uno sport che dal Medioevo ad oggi non ha mai perso il suo grande fascino: il tiro con l’arco.

Non perdetevi il celeberrimo brodo di giuggiole, che altro non è che un delizioso liquore a base di giuggiole appassite, aromatico, corposo e ricco di vitamina C, perfetto ricordo di quello che è uno dei Borghi più Belli d’Italia.

Dolci colline ricoperte di uliveti e vigne, irresistibili specialità locali, vini d.o.c., storia, bellezza e grande senso di ospitalità… fatevi coccolare per un weekend in uno dei tanti agriturismi immersi nel verde dei colli e lasciatevi conquistare dalla poesia della natura.

Metti un commento

* I campi richiesti sono contrassegnati