Fonte: Michela Quaglio

Del ciliegio, splendido albero da frutto, in Giappone se ne ammira la fioritura, e le si dedica addirittura un nome, una festa, una tradizione, l’Hanami, l’usanza appunto di godere dello schiudersi dei bellissimi fiori che rendono unici i ciliegi. Anche in Italia apprezziamo la bellezza delle gemme che si schiudono, ma soprattutto, a dire il vero, ci concentriamo su un’altra meraviglia del ciliegio: il suo irresistibile frutto.

Rosse, dolci sembrano racchiudere tutta la gioia dell’estate alle porte, ciliegie a cui non si sa dire di no con il loro profumo delicato che si insinua piano piano. L’Italia ne è un grande produttore, di tutte le diverse qualità, dalle più dolci, come i duroni, alle più acide, come le amarene e le marasche.

Questo weekend, sabato 31 maggio e domenica 1 giugno, si può gustare un prodotto sublime nella più antica sagra dedicata alla ciliegia, la famosa Sagra delle Ciliegie di Marostica, cittadina conosciuta anche per la celebre partita degli scacchi viventi.

La produzione della ciliegia a Marostica ha origini lontane: il più antico documento a testimonianza della produzione della ciliegia nella celebre città risale addirittura alla prima metà del ‘400. L’amore e l’attenzione verso  nei secoli e l’eccezionale qualità di questo frutto sono state premiate: le ciliegie di Marostica sono le uniche in Italia ad avere ottenuto il riconoscimento I.G.P. Si può dunque perdere quest’occasione per fare una bella scorpacciata?

Fonte: Ed Ivanushkin

Le ciliegie oltre ad essere squisite hanno varie proprietà terapeutiche: aiutano a combattere l’ipertensione, stimolano la diuresi e aiutano le attività intestinali, forniscono vitamina A e C e sali minerali, come il potassio, il calcio e il ferro.

Le varietà si distinguono a seconda della grandezza, delle sfumature di rosso e arancio, dalla carnosità della polpa e dal sapore più o meno dolce: la ciliegia che potrete degustare a Marostica nel vostro tour di degustazione è “cuoriforme”, soda, molto succosa e dal gusto pieno. In una parola? Irresistibile.

Ma imperdibile è anche lo scenario. Marostica è situata ai piedi dell’Altopiano di Asiago e l’atmosfera è ancora quella  suggestiva di un borgo medievale, con le sue antiche mura, il castello, il suo inerpicarsi.

E dopo aver passeggiato attraverso i luoghi  più affascinanti del centro storico, come la Piazza degli Scacchi e il Castello del Palazzo Comunale, e aver affrontato la salita verso il Castello Superiore cosa c’è di più bello che lasciarsi sopraffarre dalla dolcezza delle ciliegie I.G.P. e da tutte le altre leccornie che potrete assaggiare degli ospitali agriturismi di Marostica, immersi nella natura, per un weekend indimenticabile.

 

 

Publica un comentario

*Los campos marcados son obligatorios