Oggi vogliamo spendere due parole per parlare di uno sport ancora poco diffuso nel nostro paese: il tree climbing; sì, avete letto bene, tree, ovvero albero. E non si tratta assolutamente di un esercizio rivolto ai nostri amici felini, nè di un’attività da manuale delle Giovani Marmotte. È un vero e proprio sport, protagonista di un campionato nazionale che in Italia si svolge da più di 15 anni.

Il tree climbing è uno sport che prevede, appunto, la scalata di grandi alberi con l’aiuto di funi legate a dei pesi che vengono lanciati a terra, e che permettono allo scalatore di muoversi in verticale e in orizzontale. I pesi sono dei sacchetti che contengono dei piombini e possono pesare tra i 250 e i 400 grammi.

I tree climbers sono certamente amanti della natura e lo dimostrano praticando questa attività che consente loro di trascorrere del tempo nei boschi, tra alberi maestosi, senza danneggiarli. Il peso della persona viene infatti scaricato sulle funi, mentre i rami servono solo come base d’appoggio.

Si tratta quindi di uno sport eco friendly, che permette di sfruttare la presenza della natura restituendole il massimo rispetto. Questa tecnica di scalata è usata anche e soprattutto per potare i rami degli alberi muovendosi con facilità tra la chioma.

Per scalare un albero in tutta sicurezza è necessario apprendere alcune tecniche, come annodare le corde con nodidi forme differenti a seconda del movimento che si vuole compiere o dell’attrezzatura a cui si vuole legare la corda.

Per imparare le tecniche e i segreti della scalata vengono organizzati appositi corsi. Alcuni di essi prevedono la scalata di alberi nei boschi, con la supervisione di istruttori qualificati, mentre altri sono organizzati direttamente all’interno di parchi avventura multiattività.

Uno di questi è il Quercus park, a breve distanza da San Benedetto del Tronto, nelle Marche. Se volete provare questa esperienza unica e scoprire come ci si sente guardando il bosco dall’alto, vi consigliamo di trascorrere qualche giorno nelle Marche, che offrono anche molte altre proposte per itinerari nella natura, e di visitare il parco. Ecco alcune strutture nelle vicinanze:

Agriturismo Casa Centanni

Montefiore dell’Aso

Intera struttura o camera, posti letto (2-10)

Casa Centanni, agriturismo a gesione familiare, è un rustico ristrutturato della seconda metà dell’ 800 tra le colline marchigiane, a soli 5 km dal mare e a 30 dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini….

Agriturismo Le Pratole

Montaldo delle Marche

Camera, posti letto (4-10)

La nostra azienda si trova nel Comune di Montalto delle Marche, immersa nelle colline Picene fra vigneti, frutteti e boschi. Disponiamo di appartamenti con ingressi indipendenti, porticato arredato…

Casale del Levriero

Montefiore dell’Aso

Camera, posti letto (2-4)

Il B&B Casale del Levriero è situato in collina tra uliveti e vigneti, a soli sei chilometri dal mare, con panoramica su mare, colline e montagne. Il casale di mattoni e pietra, era un convento dove…

Hotel I Calanchi

Ripatransone

Camera, posti letto (2-10)

“I Calanchi” ‘e un complesso residenziale con ristorante, recepcion, bar, area fitness, solarium e piscina ricavato da un podere ritrutturato.In totale disponiamo di 32 camere e suite con tutti i…

Publica un comentario

*Los campos marcados son obligatorios